Sardegna

Basket, per la Dinamo test con Varese in attesa delle Final Eight di Supercoppa

SASSARI. Con la qualificazione alle Final Eight di Supercoppa già in tasca, la Dinamo Banco di Sardegna affronta l’ultima sfida del girone eliminatorio come un ulteriore passo verso la migliore condizione fisica e mentale e alla ricerca di una sempre più definita identità di squadra. Domani (martedì 14) alle 19 al PalaSerradimigni va in scena la sfida contro l’Openjobmetis Varese, già battuta a domicilio mercoledì scorso. Il coach Demis Cavina ne approfitterà per continuare a lavorare su un gruppo che sta gradualmente metabolizzando le tante novità di un gruppo che ha cambiato tanto, a iniziare dalla guida tecnica.

«Cremona, giocando con tanti piccoli in campo, ci ha messo in difficoltà perché erano situazioni che non avevamo provato in allenamento», è una delle riflessioni fatte da Cavina dopo la vittoria di venerdì contro la Vanoli. «Abbiamo ancora commesso tanti errori nell’uno contro uno con e senza palla, sui quali dobbiamo lavorare», è un altro appunto preso in vista del match di domani.

«Continuiamo a fare bene in attacco, dove ci cerchiamo, ci troviamo e abbiamo buona fluidità di giochi», prosegue il coach, pronto a provare Burnell da lungo in base alle condizioni dettate dalla partita, come accaduto a Cremona. «Sappiamo dove dobbiamo lavorare, perché in queste partite non abbiamo brillato dal punto di vista difensivo – continua la sua analisi – ma la qualificazione è un primo passo, un primo risultato, senza dimenticare che siamo in pre season e dobbiamo ancora migliorare».

Cavina si dice poi «contento per Clemmons, che dal primo tempo di Varese in poi è decisamente cambiato». Dal play il nuovo tecnico biancoblu si aspetta «leadership, idee e capacità di finire le azioni, perché è un giocatore di alto livello – spiega – ma anche lui deve migliorare in difesa, come quando era a Monaco». (ANSA).

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *