Campobasso, Molise

Condizionatori: ecco come scegliere la potenza giusta

Una delle condizioni necessarie per godersi a pieno l’ambiente familiare in casa è avere una temperatura ideale e piacevole in tutti gli ambienti.

In commercio ci sono tante tipologie di sistemi in grado di condizionare il clima in uno o più ambienti, a partire dai classici condizionatori utilizzati ormai in tutte le abitazioni. I condizionatori Ariston sul mercato sono tanti e sono caratterizzati da tecnologie differenti.

In questo articolo vedremo nel dettaglio come scegliere il condizionatore adatto alla propria abitazione e come valutare la potenza di cui si necessita per raffreddare un ambiente.

Come scegliere i migliori condizionatori sul mercato

La classe energetica è il primo importante fattore nella scelta di un condizionatore, in quanto il suo funzionamento incide fortemente sulla bolletta. La classe energetica più efficiente è contrassegnata con la sigla A+++, questa classe energetica garantisce una performance ottimale in termini di efficienza energetica.

I condizionatori moderni sono caratterizzati dalla tecnologia inverter, capace di mantenere costante la temperatura dell’ambiente riducendo la potenza del condizionatore al minimo, evitando sbalzi di temperatura e sprechi di energia.

Un secondo parametro fondamentale è il rumore del condizionatore: la rumorosità è espressa sull’etichetta in decibel. La maggior parte dei condizionatori fissi presenti sul mercato sono molto silenziosi e possono essere installati anche in camera da letto.

Il terzo elemento principale da valutare è la potenza del condizionatore che rappresenta la sua effettiva capacità di refrigerare o riscaldare un ambiente. La potenza dei condizionatori è espressa in BTU e rappresenta l’unità di misura utilizzata per calcolare la quantità di calore necessaria per l’innalzamento della temperatura dell’acqua.

 

Come scegliere la potenza del condizionatore da installare in casa

Quando si valutano le numerose offerte per condizionatori è fondamentale capire in quale ambiente deve essere installato il condizionatore e quanti metri quadri dovrà raffreddare o scaldare.

Ci sono tanti elementi che influiscono sulla temperatura di un’abitazione ma, per calcolare la potenza necessaria, basta valutare i parametri generali che permettono di trovare la potenza media per i metri quadrati di un ambiente.

Generalmente, è possibile moltiplicare la metratura dell’ambiente per 300 o 350 e il risultato ottenuto è la potenza calcolata in BTU. Ad esempio, una camera di 20mq può essere raffreddata o riscaldata con un condizionatore di 6.000 BTU.

Altri fattori che influiscono sulla potenza del condizionatore sono: il numero di abitanti e la loro permanenza, il numero di apparecchi elettrici, l’esposizione della casa e le reali necessità di utilizzo.

 

Installazione condizionatori: consigli utili

I condizionatori devono essere installati da tecnici esperti che provvedono a valutare la giusta parete dove posizionare l’apparecchio, la posizione ideale e si assicurano di togliere tutti gli eventuali ostacoli.

Prima dell’installazione, infatti, il tecnico deve verificare che in prossimità del condizionatore non vi siano ostacoli, in particolar modo vicino alla ventola. Tutti gli eventuali oggetti appesi alla parete o altri ostacoli devono essere distanti almeno 15 cm dal condizionatore.

La zona d’installazione deve facilitare l’accesso per la manutenzione del condizionatore o per la sua sostituzione. La parete deve essere protetta dai raggi solari mediante l’utilizzo di pensiline o elementi a sbalzo.

L’installatore deve verificare che il posizionamento del condizionatore avvenga su un piano perfettamente orizzontale, su una mensola o un supporto metallico. In questo modo è possibile ridurre i rumori di funzionamento dell’apparecchio. È possibile anche utilizzare degli appositi smorzatori che assorbono le vibrazioni durante l’avvio del condizionatore.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *