Calabria, Catanzaro

Coppa Italia di serie C, il Catanzaro 2 chiede strada al Catania

Generico settembre 2021

Misurare la voglia di riscatto e pure le energie nel serbatoio delle retrovie, andare anche a caccia di idee in un momento in cui non tutto sembra girare al massimo. In una gara da dentro o fuori, poi, classica per blasone, con accesso diretto al terzo turno di coppa. Sarà un Catanzaro-Catania diverso quello di domani – calcio d’inizio ore 17.30 – al “Ceravolo”: ricco di esperimenti da entrambe le parti e con ambedue le formazioni più che rivisitate rispetto ai tradizionali assetti. Occorre correggere e capire in ottica campionato: Calabro e Baldini lo sanno e proprio in questo solco collocheranno i loro undici. Per studiare alternative.

QUI GIALLOROSSI – Molto cambierà nell’ossatura di partenza delle aquile con il lancio dall’inizio di seconde linee ed elementi alla ricerca di minutaggio. Scontato l’impiego del nuovo arrivato Nocchi in porta, davanti a lui una linea difensiva del tutto inedita composta da Monterisi, De Santis e Gatti. Turno di riposo forzato per lo squalificato Martinelli, panchina invece per Fazio e Scognamillo, preservati per il Palermo. A centrocampo spazio a Bearzotti, Welbeck, Risolo e Tentardini: il dubbio della vigilia è il giovane Ortisi che potrebbe essere inserito come mezzala nei cinque. Davanti ci sarà Cianci ed è ballottaggio per il ruolo di partner: bisognerà fare bene i calcoli anche per un’eventuale staffetta.

QUI ROSSAZZURRI – Si presenterà ampiamente rimaneggiato anche il Catania di Baldini, tra cerotti e scelte precauzionali in ottica campionato. Annunciata in porta la presenza di Sala, in difesa si vedranno Albertini e Zanchi, in avanti invece Piccolo: tutti alla ricerca di una vetrina e di migliore condizione. «Abbiamo l’occasione di rigiocare subito dopo una sconfitta e questo nel calcio è un bene – ha detto Baldini dal ritiro – Il Catanzaro ha una squadra fote, punta a vincere il campionato e per noi sarà un test di livello». Non convocato l’ex Russotto, con lui ai box anche Russini per un fastidio al ginocchio, l’influenzato Calapai, il non recuperato Maldonado e Provenzano per un fastidio all’adduttore. Dall’inizio spazio anche a Greco e Cataldi.

NUMERI – Le due squadre si sono già spesso incontrate nei tornei tricolori: otto volte in quello maggiore, sei invece nella competizione dedicata alla serie C. A favore dei giallorossi il bilancio dei precedenti con sette vittorie complessive contro le quattro raccolte dagli etnei. Tra le mura amiche in particolare poche volte le aquile hanno steccato: di fatto solo nel 2019 quando un gol di Biagianti le estromise ai quarti di finale della coppa di C. Questo l’ultimo incrocio; la vittoria più recente invece per i giallorossi risale alla stagione 2001/02 quando a mettere il timbro sui sedicesimi di andata del torneo minore furono De Sanzo e Novembrino. Dirigerà la gara il signor Vergaro di Bari – alla sua prima sia con i padroni di casa che con gli ospiti – coadiuvato dagli assistenti Cleopazzo, Fratello, Arena.

CATANZARO (3-5-2) : Nocchi; Monterisi, De Santis, Gatti; Bearzotti, Welbeck, Risolo, Ortisi, Tentardini; Bombagi, Cianci. All. Calabro

CATANIA (4-3-3) : Sala; Albertini, Ropolo, Monteagudo, Zanchi; Biondi, Cataldi, Greco; Piccolo, Moro, Bianco. All. Baldini

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *