Campobasso, Molise

‘Molise criminale’, doppio appuntamento con l’autore Giovanni Mancinone

mancinone aut aut festival

Un fuori programma per un ospite d’eccezione quello delle due nuove date dell’Aut Aut Festival dedicate al giornalista molisano Giovanni Mancinone ed al suo libro ‘Molise Criminale’.

L’autore incontrerà il pubblico del Festival a Termoli, sabato 18 settembre alle 18 al Lido ‘Il Pirata’, sul lungomare nord e a Guglionesi, domenica 26 settembre alle 18.30 in Piazzetta Santa Chiara.

Il libro fa una panoramica su quello che gli italiani non sanno, ovvero su come il Molise sia un crocevia di affari, omicidi, armi, droga, terroristi e latitanti.

“Il libro di Giovanni Mancinone è uno squarcio nella narrazione del Molise quale isola felice – spiega Valentina Fauzia, curatrice della rassegna letteraria – per noi dell’Aut Aut Festival è un onore ospitare l’autore e fare in modo che anche questa verità della nostra terra possa emergere e generare consapevolezza nel pubblico”.

Il Commissario di Polizia Mari Luzzi sarà presente e prenderà parte ad entrambi gli eventi di presentazione del libro e dialogherà con l’autore e la curatrice del Festival.

 

MOLISE CRIMINALE

“Molti si chiedono con stupore: ma davvero in Molise c’è mafia? Eh sì, proprio in Molise c’è anche la mafia”.

“Quante storie poco edificanti nasconde questo piccolo territorio dell’Italia che, dopo aver trascorso qualche anno in purgatorio, perché cooptato nella lista delle regioni in crescita economica, è stato retrocesso nelle zone dell’inferno del Sud sempre più povero e isolato…” (Salvatore Calleri, Presidente Fondazione Antonio Caponnetto)

 

GIOVANNI MANCINONE

Giornalista nato a Castelmauro nel 1951. Prima di entrare in Rai, dove ha ricoperto il ruolo di vice caporedattore nella redazione del Tgr Molise ha scritto per l’Unità, Paese Sera, Rassegna Sindacale e Il Tempo.

Nella sua carriera professionale si è occupato dei fatti più scottanti di cronaca che si sono verificati in Molise prestando molta attenzione alle tematiche sociali e ambientali.

Tra le inchieste più importanti arrivate in cronaca, l’Operazione Mosca che ha portato alla scoperta di un traffico di rifiuti industriali provenienti da sette regioni che venivano scaricati sulla costa molisana.

Questa attività investigativa è stata la prima in Italia sullo smaltimento illegale di scarti industriali vero e nuovo grande business per la criminalità organizzata.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *