Bergamo, Lombardia

Federchimica Aia: le sfide attuali e i futuri scenari economici del settore

Bergamo. “L’innovazione di impresa rappresenta una delle chiavi per il recupero della competitività e della sostenibilità del nostro sistema industriale. Innovazione significa sviluppo di prodotto ma anche innovazione di processo e quest’ultima in particolare richiede uno sforzo nell’attuare un cambiamento. Semplificare attraverso un’innovazione intelligente i processi industriali porta non solo benefici di natura economica ma anche una maggiore sostenibilità, rendendo l’innovazione di processo uno degli strumenti principali di quella corporate social responsability ai giorni nostri sempre più importante”.

Francesco Maestri, presidente di AIA, che fa parte di Federchimica, ha introdotto l’evento associativo annuale di AIA (Associazione Italiana Aerosol) dal titolo “Dal valore economico all’economia del valore” svoltosi nella giornata di martedì 14 settembre al Kilometro Rosso di Stezzano. L’appuntamento associativo è stato particolarmente significativo in primis per lo spessore dei relatori che hanno approfondito il passaggio per le imprese da promotrici di valore economico a generatori di economia del valore.

Al centro degli interventi le relazioni di Carlo Cottarelli, Direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che ha illustrato le sfide del PNRR e le prospettive economiche dell’Italia e Nando Pagnoncelli, Presidente Ipsos Italia, che ha approfondito i temi legati al clima sociale ed economico al tempo del Covid. Rappresentanza di assoluto rilievo istituzionale anche quella del Politecnico di Milano, in modalità virtuale con un video messaggio da parte del Rettore Ferruccio Resta, e con l’intervento di Renato Rota, Docente Politecnico di Milano, Delegato per le infrastrutture di ricerca.

Federchimica Aia
Nando Pagnoncelli

Sul palco è intervenuta anche Cristiana Gaburri, Direttore Centrale Tecnico Scientifico Federchimica. A coordinare la mattinata la giornalista Simona D’Alessio.
L’evento che ha riunito le imprese aderenti ad Federchimica/AIA, che rappresentano il 70% delle imprese di settore, è il primo momento in presenza per gli associati dopo l’assemblea di Genova di marzo 2019.
“AIA è stata una presenza costante durante la pandemia a sostegno delle imprese. Diverse imprese associate hanno modificato/adattato le loro strategie produttive e AIA, insieme a Federchimica, è stata di supporto per informare sulle regolamentazioni legate ai nuovi prodotti, fornendo consulenza specifica. Riunioni tecniche e seminari sono proseguiti in modalità virtuale e anche l’attività di comunicazione è proseguita senza interruzioni” ha dichiarato Maestri nella sua relazione.

Federchimica Aia
Carlo Cottarelli

“Quanto abbiamo passato ha cambiato anche la percezione del “fare associazione”, dell’essere parte di un gruppo, il contesto attuale ci porta a valorizzare maggiormente il senso di rappresentanza e unione, dando ancora più significato al motto che da qualche anno abbiamo adottato “Da solo sei un’azienda – Insieme siamo una forza” ha concluso il presidente di AIA.

L’Associazione AIA, fondata nel 1963 e dal 2012 facente parte di Federchimica, si occupa di promuovere la conoscenza e l’immagine complessiva dell’industria italiana dell’aerosol e rappresenta l’intera filiera dell’industria italiana dell’aerosol dalle materie prime e packaging ai prodotti finiti.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *