Campobasso, Molise

Totaro denuncia carenze del Pos su medicina territoriale

mammografia

Dove sono, nel nuovo Piano Operativo Sanitario del Molise,  le novità per la medicina del territorio vera chiave di svolte di tutte le sanità moderne? Lo domanda il dottor Giancarlo Totaro, patologo clinico e attento osservatore delle dinamiche e dei cambiamenti interni al mondo che ruota attorno alla sanità pubblica. Facendo un esempio che riguarda un ipotetico problema al seno per una donna. “A San Giovanni Rotondo mammografia, ecografia di massima qualità e altri eventuali esami necessari,visita specialistica senologica di altissimo profilo con eventuale intervento terapeutico di aspirazione di una cisti si esegue con una singola ricetta al costo del ticket di circa 36 euro nella stessa giornata, nello stesso posto e con una sola prenotazione. Basta una telefonata!  Se si chiama oggi già al primo ottobre è possibile avere l’appuntamento al poliambulatorio .

A Termoli ed in Molise è necessario fare almeno – sottolineo almeno –  4 ricette, 4 file per accedere ai servizi e in più 4 file per ritirare gli esami oltre a quella al Cup , quattro ticket con importo massimo, in 4 date diverse, certamente in quattro sedi diverse ed in 4 tempi diversi .

Cosa si è previsto nel POS per evitare gli accessi totalmente impropri al pronto soccorso che sono oltre il 95%?

Cosa si è previsto per l’abbattimento delle liste di attesa delle visite specialistiche e delle indagini diagnostiche?”

 

 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *