Calabria, Catanzaro

Verso le regionali, gli interventi di oggi

elezioni regionali 2021

Sandro Benincasa

Dopo la pedalata in bicicletta sul lungomare di  Crotone continua il tour elettorale a Vibo dove i candidati al consiglio regionale della Lista Uniti con de Magistris hanno parlato in piazza per cercare di rompere le catene del malaffare e della malapolitica.  Il tour continuerà nel capoluogo a Catanzaro nel centro storico Corso Mazzini, piazzetta Bar Mignon per convincere gli astenuti coloro che non vogliono andare a votare perché c’è bisogno di cambiamento e sconfiggere coloro che hanno paccotti di voti e continuano indisturbati ad essere rieletti. Ci sarà la presenza del candidato alla presidenza Luigi De Magistris che parlerà ai calabresi. Non faremo sconti a nessuno e faremo in modo che la Calabria possa riscrivere un’altra storia parola del capolista Sandro Benincasa.

“Gli amici di Pino Masciari” a sostegno di Demagistris

Gli Amici di Pino Masciari per la Calabria comunicano che l’imprenditore vibonese Giuseppe Masciari, storica figura dell’antimafia meridionale e nazionale del Paese, sarà presto in Calabria per sostenere la rivoluzione culturale di Luigi de Magistris, Sindaco uscente di Napoli e candidato alla Presidenza della regione.  Pino Masciari, pioniere dei Testimoni di Giustizia, denunciò negli anni Novanta la fitta rete di interessi masso-‘ndranghetisti che insistevano su quattro province calabresi: una ragnatela di affari che alimentava il sistema massomafioso, dal livello militare (le cosche del Crotonese, Catanzarese, Vibonese e del Reggino) a quello proprio della borghesia mafiosa (politici, colletti bianchi, giudici). Pino Masciari negli anni è diventato un simbolo nazionale di resistenza civile e di promozione della cultura della legalità, incontrando migliaia di studenti delle scuole e delle università italiane a cui ha raccontato la sua storia di denuncia e di coraggio. Pino Masciari sarà nei prossimi giorni in Calabria al fianco di Luigi de Magistris per contribuire in prima persona, come ha del resto sempre fatto in tutta la vita, alla costruzione del cambiamento e del riscatto del Paese, a partire proprio dalla sua terra e dal Mezzogiorno. Queste le sue parole a commento della nota diffusa dagli Amici di Pino Masciari per la Calabria agli organi di stampa, e alle cittadine e ai cittadini calabresi. «La Calabria è a un bivio — dichiara Pino Masciari.  Non possiamo accettare che nella nostra terra comandino 160 cosche di ‘ndrangheta né tollerare passivamente che l’ordine pubblico sia condiviso tra Stato e mafie. Adesso basta. Questa è l’ora della disobbedienza e dell’insurrezione culturale. La nostra terra sta morendo nell’indifferenza del Paese. In Calabria, la mafia gestisce segmenti nodali dell’economia. C’è una borghesia fortemente collusa con le famiglie di ‘ndrangheta, a tutti i livelli. La sanità è allo sfascio — continua Masciari: come dimenticare ad esempio le terribili immagini, in piena pandemia da Covid19, dell’ospedale da campo a Cosenza, capoluogo della provincia più popolosa della regione, allestito in tutta fretta per accogliere i malati che i locali presidi ospedalieri non riuscivano più a ricoverare nei reparti. La disoccupazione calabrese è poi una vergogna di Stato sulla quale si è costruita negli anni una pedagogia organica del ricatto sociale che non ha eguali nel sistema europeo e persino nelle altre regioni meridionali. La Calabria è il Sud del Sud: oggi è il cuore della Questione Meridionale. La mia presenza in Calabria ha perciò la funzione di contribuire in modo militante e senza alcun interesse politico da tutelare (né personale né di gruppo) alla costruzione di una nuova assunzione di responsabilità collettiva e sociale: una nuova soggettività politica che passi prioritariamente da un voto di rottura del sistema, in modo da frantumare questa perversa società del ricatto e dell’inginocchiatoio. Il 3 e 4 ottobre i calabresi — conclude Pino Masciari — hanno la possibilità di liberare il loro futuro e di alzarsi in piedi dinanzi alla storia, mettendosi in cammino verso la costruzione di una società più libera e giusta. Per tali ragioni sarò al fianco di Luigi de Magistris e dei calabresi onesti in questa irripetibile battaglia di civiltà tra libertà e schiavitù. Non possiamo più vivere nella zona grigia e accettare la collusione con le mafie come metodo esistenziale e di governo dei territori. Non possiamo più rimandare la partita del riscatto. Si gioca adesso e dobbiamo vincerla per la nostra gente».

DEMAGISTRIS

“I predatori della sanità continuano a saccheggiare e strumentalizzare quelli che dovrebbero essere presidi di tutela della salute, per fini legati a interessi di partito. Usare dati personali, protetti dalla legge sulla privacy, per fare propaganda elettorale, è inammissibile. Viviamo in una regione in cui capita che i parenti di un malato grave debbano spingere a mani nude l’ambulanza del 118, perché ha la batteria scarica. E quando la batteria è carica, spesso dentro non ci sono medici e i pazienti si ritrovano trasportati d’urgenza, ma senza un’adeguata assistenza. Uno scenario che lascia sgomenti, mentre dal numero collegato al centro vaccinale di Lattarico si inviano volantini elettorali su whatsapp. E dimostra, ancora una volta, l’ingombrante presenza di affaristi della malapolitica, pronti a tutto per raccattare un voto in più. Chi è responsabile abbia la decenza di uscire dall’ombra per fare mea culpa chiedendo scusa a tutti i calabresi”.

Michele Emiliano

“La Calabria non è una terra nella quale la destra è riuscita mai ad organizzare risposte degne di questo nome ai tanti problemi, dalla mafia alla complessità della questione meridionale.

Lo ha dichiarato Michele Emiliano in collegamento video alla festa regionale de L’Unità del
Partito Democratico della Calabria nell’ambito del dibattito “Legalità è Libertà”

“Vedo l’entusiasmo che circonda la candidatura di Amalia Bruni, ho ascoltato attentamente il mio amico fraterno Zingaretti, parlo quotidianamente con Enrico Letta del quale sono assoluto e convinto sostenitore, apprezzo ciò che Stefano Graziano insieme a Francesco Boccia stanno cercando di fare per reagire anche ai nostri errori. Diciamoci la verità, uno di questo errori è stato quello di dividersi, perché in questo momento il fronte progressista ha purtroppo tre candidati e se fossero insieme la vittoria delle elezioni sarebbe certa. Questo il popolo calabrese deve saperlo, gli spetta il compito di dare alla candidata che ha maggiore possibilità, maggiore energia, maggiore novità, maggiore purezza e intelligenza una rappresentanza della Calabria che costruisca un dialogo costruttivo con il Mezzogiorno e con l’intero Paese. Sarò presto in Calabria perché conosco la storia di Amalia Bruni e le voglio essere accanto per il bene di una terra che sento anche mia

Movimento Cinque Stelle

Come anticipato nei giorni scorsi, l’ex presidente del Consiglio e attuale leader del MoVimento 5 Stelle Giuseppe Conte sarà in Calabria martedì e mercoledì 21 e 22 settembre a supporto dei candidati consiglieri alla Regione nonché dell’aspirante presidente per la coalizione di centrosinistra Amalia Bruni. La sua visita in Calabria segue di pochi giorni quella del ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Reggio Calabria. Conte farà tappa in diverse città della regione, i suoi incontri si terranno all’aperto, tra la gente, nel corso di passeggiate nei centri urbani, alla ricerca del confronto vis-à-vis, consapevole com’è che il calabrese, per dirla con Corrado Alvaro, “vuole essere parlato”. Questo il programma delle dieci tappe con orari e luoghi definitivi (salvo cambiamenti dell’ultimo minuto). Martedì 21 settembre, Conte proveniente dalla Puglia farà tappa a Corigliano Rossano per un incontro con i cittadini e una passeggiata su viale dei Normanni, nell’area urbana di Rossano. L’arrivo è previsto per le 9,50 con uno “speech” programmato per le 10,20. La seconda tappa lo vedrà impegnato a Cirò Marina nei pressi di piazza Diaz intorno alle 12,30, dove incontrerà i candidati, gli attivisti e i cittadini. Di pomeriggio alle 15 Conte sarà impegnato a Crotone. Nella città pitagorica l’appuntamento con i cittadini è in piazza Marinai d’Italia.    A Catanzaro, città che l’ex premier conosce bene, l’incontro è programmato per le 17 in piazza Matteotti. Il primo giorno del tour di Conte in Calabria si concluderà a Cosenza in piazza XI settembre alle 19,30. Qui incontrerà la candidata sindaco sostenuta dal Movimento 5 Stelle Bianca Rende, i candidati consiglieri regionali e comunali pentastellati e i cittadini. Mercoledì 22 settembre il leader del Movimento farà tappa a Vibo Valentia. L’appuntamento è su corso Vittorio Emanuele III all’altezza del punto d’incontro del Movimento 5 stelle per le 9,45. Il secondo appuntamento di giornata è previsto al porto di Gioia Tauro, per le 11,30, dove incontrerà i vertici dell’Autorità di sistema portuale e successivamente i lavoratori e i cittadini al gate d’ingresso dello scalo. Il tour procederà verso sud in direzione Reggio Calabria con appuntamento in piazza De Nava per le 13,30.   Da Reggio risalirà la costa fino ad arrivare a Locri. Qui terrà un incontro con i magistrati in tribunale e successivamente intorno alle 15,45 con i cittadini in piazza Dei Martiri. La due giorni calabrese di Conte terminerà a Lamezia Terme con una passeggiata su corso Nicotera programmata per le 18.

Partito democratico

“Il Commissario del PD Calabria anziché attaccare il centro destra, continua ad attaccare me, è veramente un fenomeno da baraccone, era arrivato per restare tre mesi ma, invece, è qui da tre anni. Certo, la nostra è una terra meravigliosa ed è facile innamorarsene, ma sul piano politico i  calabresi non hanno bisogno di personaggi che con il loro modus operandi richiamano le macchiette da operetta, ma hanno bisogno di persone con una visione.  Per cui rivolgo un invito a Graziano: torna da dove sei venuto perché senza di te la Calabria può solo andare meglio”. Così il Senatore IV, Ernesto Magorno.

Tesoro Calabria

“Apprendo dalla stampa, con forte disagio, ha dichiarato Carlo Tansi, che nelle liste del PD della Circoscrizione sud, risulta candidato una persona rinviata a giudizio nel processo “Miramare”, sembrerebbe per “abuso d’ufficio”. Considerato che la notizia divulgata dalla stampa locale e ovviamente cavalcata dagli avversari della nostra coalizione progressista, sta creando notevole imbarazzo tra i nostri candidati e sostenitori, chiedo ad Amalia Bruni – che ritengo unica garante della trasparenza delle liste che la sostengono – di valutare, con la necessaria solerzia, se le condizione giudiziaria del candidato rientra nelle condizioni ostative alla candidabilità previste nel Codice Etico, da Lei pubblicato e adottato da tutta la coalizione progressista. Nel caso di verifica di incandidabilità, chiediamo che Amalia Bruni, a nome di tutta la coalizione, prenda le distanze politiche e morali, da una candidatura che finirebbe per danneggiarne non solo l’immagine ma anche il risultato elettorale. Invito anche, se necessario, il Partito che lo ha candidato a intraprendere le dovute contromisure. Se viceversa non risultano, con riferimento al Codice Etico, esservi condizioni ostative alla candidabilità, conclude Tansi, invitiamo la candidata alla Presidenza della Regione, a utilizzare il diritto di replica e di smentita nelle forme di legge”. Carlo Tansi, movimento civico Tesoro Calabria.

ASSOCIAZIONE VENTI DA SUD SOSTIENE MONTUORO

“Che cos’è la politica? In questi giorni che ci separano dalle elezioni del 3 e 4 ottobre, in cui si svegliano dal letargo esistenziale decine di aspiranti consiglieri regionali che si riscoprono statisti e a furia di offrire caffè diventano anche un po’ nervosi, ci interroghiamo spesso sull’importanza della dimensione politica, della partecipazione. Lo facciamo da associazione di persone che crede nel confronto e dell’attivismo nella vita sociale della propria comunità. Quel ‘voglio portare un contributo’ e dare risposte, anche senza essere un amministratore, ma magari a supporto di un bravo consigliere regionale. Crediamo fortemente nella necessità di ripartire dal basso di dare voce alle istanze della gente che fa la fila alla posta, che aspetta mesi per una risonanza, che lavora duramente per pagare le bollette, e si indigna davanti ai rifiuti lasciati ai margini delle strade. E per fare questo abbiamo, riteniamo che le nostre posizioni debbano essere adeguatamente rappresentate in Consiglio regionale  da una persona che si “sporca le scarpe, nel senso che conosce il territorio perché lo gira in lungo e in largo; che ha l’umiltà di ascoltare, di essere presente quando si pone una questione da risolvere; uno di noi, che rimarrà sempre espressione della base. Caratteristiche che riscontriamo nella deputata di Fdi Fratelli d’Italia, e che tra i candidati del suo partito abbiamo individuato in Antonio Montuoro, vice presidente della Provincia di Catanzaro. La cordiale e piacevole chiacchierata che abbiamo avuto qualche giorno fa non ha fatto altro che confermare l’idea che ci eravamo fatti: Montuoro è un uomo che ha salde radici, ama la sua terra, conosce il valore della passione e dell’impegno, ed è pronto a camminare con noi per imboccare la strada che porta a centrare importanti obiettivi per la Calabria. Ma lo vuole fare al nostro fianco, e non lasciandoci indietro. L’Associazione “Venti da Sud” si schiera con convinzione a sostegno della candidatura di Antonio Montuoro”.

ALOCUNIO CANDIDATI DELLA LISTA OLIVERO PRESIDENTE E PARTE DEI SOSTENITORI DI MARIO OLIVERIO

Stiamo assistendo in queste ultime settimane ad una forte recrudescenza di azioni violente contro le donne che stanno portando  ad una grave perdita di vite umane.

Le denunce sono aumentate ma di pari passo il numero dei femminicidi non si arresta.

Nel nostro Paese tanto è stato fatto dai governi nazionali a livello legislativo ma pochi restano ancora gli strumenti che il nostro ordinamento offre alle donne, ai loro figlie/i, offesi dalla violenza maschile.

I buchi neri nell’applicazione di queste leggi stanno diventando evidenti. Primo fra tutti la mancanza di personale adeguatamente formato sia tra le forze dell’ordine che nell’Avvocatura. Le donne dopo la denuncia devono essere adeguatamente sostenute e assistite, soprattutto psicologicamente, nel continuare il cammino intrapreso verso la loro liberazione. Tornare a casa dopo una denuncia nella maggior parte dei casi  equivale ad un femminicidio annunciato.

A tal proposito a livello regionale occorre seriamente pensare ad una legge quadro per il contrasto della violenza di genere, con al primo punto l’istituzione  di più case rifugio, in quanto i centri antiviolenza  attualmente presenti sul territorio calabrese hanno pochissimi posti letto.

Tra l’altro, si potrebbe emendare la legge che regola la concessione degli alloggi popolari riconoscendo alle vittime di violenza una precedenza così come per gli sfrattati.

Perché è risaputo che l’imprimatur per far transitare le donne dall’emancipazione alla vera liberazione è senza alcuna ombra di dubbio l’indipendenza economica; in tal senso la recente introduzione del reddito di libertà, cumulabile con il reddito di cittadinanza, permette alla donna nei primi momenti una indipendenza economica che favorisce percorsi futuri di autonomia e di emancipazione.

E’ ormai acclarato come il fenomeno della violenza di genere sia un fatto principalmente culturale; ma rimangono ancora pochi gli investimenti in questo campo. Sarebbe determinante riproporre con continuità azioni specifiche che coinvolgano le istituzioni e tutto il mondo della scuola coinvolgendo gli studenti e le studentesse, i docenti e le famiglie su come possa essere importante un uso consapevole del linguaggio e la diffusione della cultura del rispetto.

Oggi più che mai la donna cerca di rendersi autonoma, affrancandosi da un ruolo che era un laccio alla sua libertà, ai suoi diritti e doveri di essere umano “pensante”. Sta cominciando a capire che non è più tempo di sottostare agli strapoteri di vita e di morte, alle millanterie, alle malevolenze, alle vessazioni, ai tradimenti.

Per questo non deve essere lasciata sola ma incoraggiata e sostenuta.

FRANCA MILAZZO–ATA–Comm.ne Uguagl. dei diritti e delle P.O. fra uomo e donna Calabria EMANUELA DE VITO – ATA – CPO Consiglio Giudiziario  Corte di Appello R.C. GIUSEPPE BOVA –ATA– GIA’ PRESIDENTE Consiglio Regionale della Calabria NINO ZIMBALATTI-ATA-CONSIGLIERE CITTA’ METR.R.C. E CONSIGLIERE COMUN. R.C. DOMENICO PENNA-ATA-SINDACO ROCCAFORTE DEL GRECO (RC)ALDO AZZARELLO-CONSIGLIERE COMUNALE PASQUALE TALIA-CONSIGLIERE COMUNALEGERARDO MARIO OLIVERIO – CAND. PRES. REG. CALABRIA – LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIAGIULIANA BARBERI – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUDROSARIO V.CONDARCURI– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUDFRANCESCO D’AGOSTINO – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUD MARIA PIA FOTIA– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUD LEO M.LAURENZANO – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUDELISA L. SOTTILARO – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUD AGOSTINO ZAVETTIERI – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.SUD BRUNO CENSORE– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO TEODORO ANGOTTI – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO FRANCESCO ARENA– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO GIUSY EULALIO– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTROGIOVANNA FARAGO – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO IVAN FRUSTAGLI – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO GIOVANNA GIACCO– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO INNOCENZA GIANNUZZI-CAND.LISTA OLIVERIO PRES. PER LA CALABRIA-CIRC.CENTRO MARIA F.CORIGLIANO– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD GIUSEPPE BELCASTRO– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORDMARIO CALIGIURI – CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD MARA CARCHIDI– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD SABATINO A.CARIATI– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD MARCO PALOPOLI -CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD – ALDO PASTORE– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD MONIKA A. WASIK– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD MARIA ZUCCARELLI– CAND.LISTA OLIVERIO PRES.PER LA CALABRIA-CIRC.NORD

 

 

 

 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *