Emilia-Romagna, Parma

Serie A, comanda il Napoli: Spalletti prova la prima fuga

Comanda il Napoli. Luciano Spalletti si conferma un grandissimo allenatore e porta gli azzurri al primo posto in classifica, con la prima mini fuga della stagione. 4-0 a Udine, una prestazione sontuosa e la conferma che questo Napoli può arrivare a giocarsi il titolo fino in fondo. Sta finalmente mollando gli ormeggi Osihmen, c'è la certezza Insigne sia pure in scadenza di contratto, Koulibaly è tornato a livello mostruosi e Anguissa è una piacevole sorpresa a questi livelli. Cade la Roma, rimontata a Verona e al primo stop (inatteso) all'interno di un ottimo inizio di stagione, frena il Milan a Torino, dove la Juventus continua ad arrancare. Preoccupanti le scintille Chiesa – Allegri, perché se si mette in discussione pure il miglior giocatore dell'Europeo è evidente che anche il Max bianconero sta andando fuori strada. Avrà tutti i suoi buoni motivi per pretendere di più, ma non si può radere al suolo tutto per ricostruire. Da qualche punto fermo bisogna ripartire e Chiesa è senza dubbio il più solido e illuminante dell'intera squadra. Torna a pigiare sull'acceleratore l'Inter, che scopre Denzel Dumfries, una locomotiva sulla fascia destra che può non far rimpiangere la stella Hakimi. Ma tutta la squadra gioca molto bene, anche in Champions League con il Real Madrid ha perso immeritatamente e Dzeko resta un signor attaccante. Magari non segnerà quanto Lukaku, ma riesce a far girare tutto il reparto offensivo a meraviglia anche a 36 anni. Insomma, per lo scudetto è bagarre e l'impressione è che la Juve non sia invitata al banchetto. Rispetto a qualche anno fa, quando Allegri firmò una rimonta straordinaria, non c'è la stessa qualità e Ronaldo non è stato sostituito adeguatamente. Insomma, magari non sarà il campionato più bello del mondo, ma la Serie A quest'anno si annuncia davvero molto interessante e appassionante. Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *