Belluno, Veneto

Il direttivo di Federalberghi fa il consutivo della stagione estiva e si prepara a quella invernale

Walter De Cassan, presidente Federalberghi Belluno Dolomiti

Si è riunito nel pomeriggio di martedì 21 settembre in Confcommercio il direttivo provinciale di Federalberghi Belluno Dolomiti; un momento di confronto fra i delegati territoriali dell’associazione albergatori su molti temi a partire dall’andamento della stagione estiva che, a detta di tutti, è risultata soddisfacente ma non ai livelli delle ultime stagioni pre-covid. Per un quadro completo e definitivo si dovranno però attendere i dati sulle presenze turistiche di agosto e settembre.

Lo sguardo è già rivolto, tra speranze e preoccupazioni, al prossimo inverno in vista del quale il direttivo di Federalberghi chiede alla politica certezze procedurali e tempistiche congrue per poter organizzare la filiera dell’accoglienza.
I consiglieri si sono soffermati sul tema del lavoro condividendo le criticità emerse quest’estate sul fronte delle professioni legate all’accoglienza e delle preoccupazioni in tal senso in prospettiva futura; la questione è davvero rilevante e va affrontata come un fattore sociale prima che economico affinché un domani il settore turistico non si trovi sprovvisto di professionalità; è urgente che il tessuto economico, la politica ed il mondo dell’istruzione condividano una strategia specifica.

Il presidente De Cassan ha poi aggiornato i colleghi rispetto ai contatti avuti negli scorsi mesi e settimane con i parlamentari bellunesi e l’assessore regionale al turismo Federico Caner ai quali Federalberghi e Confcommercio costantemente rinnovano le istanze ed esigenze dell’economia turistica locale per il post-pandemia: dalla riduzione del “gap competitivo” con le province e regioni autonome in termini di possibilità di investimento alla necessità di “fondi speciali” a valere sulla nuova programmazione europea e sul PNRR; dalla necessità di ridurre il costo del lavoro all’esigenza non più differibile di intervenire sul cuneo fiscale.

La riunione si è svolta a ridosso di un precedente incontro tra il Presidente De Cassan ed il Presidente della Provincia Roberto Padrin al quale l’associazione ha posto alcuni temi di fondamentale importanza: “Al Presidente Padrin – afferma De Cassan – ho sottoposto alcune urgenze: in prospettiva Olimpiadi è necessaria una “legge speciale” che consenta alle imprese di investire e riqualificarsi ed in tal senso, attraverso Fidi Impresa & Turismo Veneto e Confcommercio, abbiamo già le stime dell’interesse all’investimento del tessuto economico; ho chiesto a Padrin un intervento perchè le risorse del Fondo Montagna vadano al più presto erogate alle imprese turistiche colpite dal blocco della scorsa stagione invernale; infine ho chiesto un coinvolgimento sul fronte delle paventate ipotesi di chiusura dei passi Dolomitici tema sul quale siamo disposti a ragionare a fronte di una programmazione a medio lungo termine condivisa con chi opera e vive nei nostri paesi di montagna”.

Share

L’articolo Il direttivo di Federalberghi fa il consutivo della stagione estiva e si prepara a quella invernale proviene da Bellunopress – Dolomiti.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *