Basilicata

Unione degli Studenti Basilicata in piazza per il quarto strike mondiale di Fridays for future

Greta

Il 24 settembre a Potenza, insieme alle organizzazioni studentesche e al mondo dell’associazionismo, l’Unione degli Studenti Basilicata sarà in piazza per il 4° strike mondiale di Fridays for future per ribadire la necessità di scelte politiche strutturali capaci di contrastare il cambiamento climatico e ragionare concretamente in un’ottica di transizione ecologica. Siamo inoltre a poche settimane dalla COP26 di Glasgow, la conferenza mondiale nella quale ogni Stato dovrà discutere dei propri impegni per la questione climatica e trovare una soluzione al fine di raggiungere una riduzione delle emissioni. È un’occasione di estrema importanza a livello mondiale per discutere seriamente di tutela ambientale.

“Riteniamo necessario continuare a batterci per questa causa soprattutto perché viviamo in una regione che continua a essere priva di futuro poiché vittima dell’azione predatoria delle multinazionali del petrolio, scendiamo dunque in piazza anche per continuare a dire No alle trivellazioni, una minaccia che si ripresenta ormai da troppo tempo in Basilicata”- afferma Armando Mastromartino, coordinatore dell’UdS Basilicata.

“Oggi più che mai, scendere in piazza per difendere la causa ambientale ha un grande significato, siamo giovani e in quanto tali non possiamo permetterci di restare in silenzio dinanzi alla distruzione del nostro pianeta e del nostro futuro, faremo sentire la nostra voce attraverso lo strumento più potente del quale disponiamo: l’attivismo”- aggiunge Maria Consiglio, coordinatrice dell’UdS Rionero.

Invitiamo tutta la popolazione studentesca a partecipare alla manifestazione. I singoli cortei partiranno dalle scuole di appartenenza e saranno guidati dai rispettivi rappresentanti d’istituto, si uniranno poi nel raduno generale che si terrà alle ore 9:30 in piazza Don Bosco.

Coordinamento Unione degli Studenti Basilicata

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *