Calabria, Catanzaro

E’ tutto pronto, domani sera c’è Catanzaro – Catania

Generico settembre 2021

L’uno di fronte all’altro, di nuovo: stesso palcoscenico, stessi riflettori, un piatto più pesante da conquistare. Catanzaro e Catania sono pronti: per una settimana intera hanno affilato per bene le armi leccandosi anche qualche ferita e domani – calcio d’inizio ore 21 – torneranno ad affrontarsi dopo il precedente di coppa di soli dieci giorni fa. Sarà il campionato questa volta lo sfondo della contesa. E tre punti pesantissimi la posta in palio: bottino fondamentale per entrambi, gruzzolo obbligato per dare un senso all’inizio di stagione sia all’ombra dell’Etna che sui tre colli.

QUI GIALLOROSSI – Al grido di «cuore e corsa» Calabro ha agitato la vigilia delle aquile mettendo da parte numeri e moduli, richiamando alla responsabilità l’intero gruppo. Si potrebbero vedere modifiche rispetto alle ultime gare contro Potenza e Palermo e nello specifico l’inserimento della doppia punta davanti con Vazquez e Bombagi dal primo minuto. Al centro ballottaggio tra Risolo e Carlini per sostituire l’acciaccato Cinelli; per Cianci presumibile un impiego part-time.

QUI ROSSAZZURRI – Nel clan rossazzurro la parola d’ordine è invece «concentrazione»: lo ha ribadito alla vigilia il tecnico Baldini alle prese con una classifica ancora modesta e con un ambiente in fermento. «Il Catanzaro si difende bene – le parole del tecnico – dovremo sfruttare ogni occasione che ci capiterà e ripartire dalla personalità mostrata nella gara di coppa. Siamo stati sfortunati quella volta – ha sottolineato – domani la concentrazione dovrà essere maggiore». Le ultime ore non sono state granché fortunate per gli etnei costretti a rinunciare a Ceccarelli – problema muscolare – e a veder rallentare anche Stancampiano – verrà valutato prima della gara; tornerà però a disposizione Claiton, pronto ad andare almeno in panchina in attesa della migliore condizione. «Chi andrà in campo lo tengo per me» la battuta di pretattica. Ma l’undici anti-giallorossi sembra ormai fatto con l’unico ballottaggio tra Rosaia e Biondi in mediana; partirà dall’inizio l’ex Russotto, con lui in avanti Piccolo e Moro.

NUMERI – Trenta in totale i precedenti finora giocati in casa dei giallorossi con un bilancio di sedici vittorie per i padroni di casa, sette pareggi ed altrettanti successi rossazzurri. L’ultima affermazione di campionato del Catanzaro risale all’aprile scorso – Di Massimo e Baldassin i cecchini del 2-0 – nel marzo 2019 invece l’ultima vittoria etnea – con il vantaggio di D’Ursi poi vanificato dai centri di Marotta e Di Piazza. Al signor Di Graci di Como – già noto alle aquile per la sconfitta contro la Virtus Francavilla dell’aprile 2019 (2-3) e per il successo di Palermo del febbraio di quest’anno (1-2) – il fischietto della gara; sarà coadiuvato dagli assistenti Miniutti e Caso; quarto uomo il signor Russo.

CATANZARO (3-5-2) : Branduani; Scognamillo, Fazio, Martinelli; Rolando, Verna, Carlini, Vandeputte, Porcino; Vazquez, Bombagi. All. Calabro.

CATANIA (4-3-3) : Stancampiano; Calapai, Ercolani, Monteagudo, Ropolo; Rosaia, Maldonado, Provenzano; Piccolo, Moro, Russotto. All. Baldini.

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *