Bergamo, Lombardia

Valaguzza si ripresenta a San Giovanni Bianco: “Serve uno stop allo spopolamento”

San Giovanni Bianco. Trovare soluzioni al continuo spopolamento del paese. Questo l’obiettivo principale di Luciano Valaguzza, candidato sindaco a San Giovanni Bianco con la lista civica di centrodestra Crea futuro.

Ex consigliere regionale, 78 anni, Valaguzza (nato a San Giovanni Bianco, ma residente a Cinisello Balsamo) si ripresenta dopo cinque anni dalle elezioni amministrative che l’hanno visto sconfitto dalla lista di Marco Milesi (quest’anno con Enrica Bonzi candidata al ruolo di prima cittadina).

“Negli ultimi dieci anni nei quali sono stato consigliere, è stata fatta un’amministrazione consuetudinaria, basata sui problemi della quotidianità – spiega Valaguzza -, nel frattempo abbiamo perso il 20% della popolazione, molte case sono in vendita. Stiamo osservando un impoverimento del tessuto sociale: bisogna mettere in campo idee per nuove soluzioni. Dobbiamo investire sul futuro, sui giovani e sulla loro preparazione, per renderli pronti ed attivi di fronte ad un mondo in continuo cambiamento. Non solo per San Giovanni Bianco, ma per tutta la Val Brembana”.

Un investimento che deve iniziare proprio dal lavoro sui giovani. “Ho voluto in lista un gruppo di giovani di San Giovanni Bianco – aggiunge Valaguzza – entusiasti di intraprendere un’esperienza amministrativa, con voglia di imparare e mettersi in gioco per cambiare il paese in meglio”.

Nella lista di Valaguzza (che alle ultime elezioni aveva preso il 13,74% dei consensi) anche candidati consiglieri originari di Milano, Monza e Genova: “abbiamo costituito una lista con professionalità provenienti anche dall’esterno, che potranno essere guide in questa ricerca di condivisione di nuove idee”. Tra i candidati, anche Andrea Badano, presidente della Scuola di Politica Etica di Cinisello Balsamo. “Più che una semplice lista di nomi, abbiamo voluto costruire un gruppo di lavoro che potesse riportare la politica su un piano strategico e non solo su un piano di quotidianità – conferma il candidato sindaco – . Un futuro migliore non può arrivare da solo: servono idee, coraggio, determinazione, disponibilità e sacrificio”.

 

Lista Crea Futuro
<br clear=all>

 

Uno dei punti principali del programma di Valaguzza è il rinnovamento delle infrastrutture. “San Giovanni Bianco è rimasto l’unico paese della valle senza un attraversamento in galleria. Manca poi la possibilità di percorrere la sponda sud del Brembo: oltre alle strade che collegano il paese alle frazioni, bisogna completare il lotto sud”. Interventi necessari, che secondo la lista civica Crea futuro possono trovare terreno fertile in consiglio comunale, grazie ad una possibile collaborazione tra maggioranza e minoranza. “Per la realizzazione di queste infrastrutture, noi riteniamo si possa siglare un patto di collaborazione. Il consiglio comunale deve lavorare in maniera unita per i temi-cardine da sviluppare per il paese. In merito a proposte operative, si potrebbero istituire commissioni anche con membri della minoranza, in modo da ragionare insieme, in prospettiva”.

Tra le proposte di Valaguzza anche un rinnovamento del Centro di Formazione Professionale di San Giovanni Bianco. “Pensiamo che sia necessario cambiare la tipologia dei corsi del CFP – prosegue Valaguzza -. Sarebbe opportuno procedere con corsi più inerenti alle realtà produttive della Valle, lavorando in sinergia con le aziende che operano sul territorio”. Corsi di formazione che siano utili ai giovani nella ricerca di un lavoro sul territorio. Lavoro che rimane uno dei temi-chiave nella candidatura di Valaguzza: proprio in occasione della campagna elettorale, infatti, si terranno due serate di incontro e confronto dedicate proprio al tema del lavoro (venerdì 24 settembre e venerdì 1 ottobre presso Casa Ceresa).

Per il futuro del paese, il candidato sindaco di Crea futuro ritiene necessario un rinnovamento in merito all’istruzione, ma anche a livello economico: “Servono dei facilitatori che riducano la pressione fiscale, per far in modo che gli imprenditori possano investire ancor di più per creare nuove opportunità d’impiego sul territorio”.

Un’idea di futuro possibile per San Giovanni Bianco, che deve passare anche per un rilancio dell’ospedale. “Il presidio ospedaliero deve essere in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini della valle. Non si deve ragionare semplicemente per comparti stagni, su quali reparti chiudere e quali tenere aperti: bisogna pensare, prima di tutto, a quali servizi sono più utili per la popolazione del territorio”.

La lista Crea futuro San Giovanni Bianco è composta anche da Anna Maffioletti, Cristian Carrara, Matteo Prezioso, Demis Signorini, Andrea Franco Umberto Badano, Clelia Laura Maggi, Lorenzo Lazzarini, Marcello Fanti, Patrizia Tabarelli.

 

Lista Crea Futuro
<br clear=all>

 

 

Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *